periodo: 28 giugno - 9 / 10 luglio 2023
durata: 12 / 13 giorni
trasporto: Auto, minibus, trekking
sistemazione: Hotel, campo, guest house
guida: Ténéré Viaggi e guida locale
28
Giu
partenza 28 Giu: Milano Malpensa - Samarkanda
09
Lug
ritorno 09 Lug: Tashkent - Milano Malpensa

2023 TAJIKISTAN e UZBEKISTAN - sulle alte vette

L’Asia Centrale, un territorio immenso, dove si alternano steppe infinite a zone verdi e fertili, dove montagne che toccano il cielo racchiudono pascoli d’alta quota e laghi turchesi, e dove la popolazione è ancora per la maggior parte nomade… Una regione che univa la Cina al Mediterraneo: attraverso questi Paesi transitavano le carovane che trasportavano merci di vario genere: LA VIA DELLA SETA. Una terra contesa nei millenni da diversi popoli, che l'hanno invasa e dominata: mongoli, turchi e cinesi da est, greci, persiani e arabi da ovest, ciascuno ha portato e lasciato qualche traccia. Per arrivare fino al passato recente, “il grande gioco” ha visto contrapposti l’impero zarista e quello britannico, in corsa per garantirsi l’accesso ai mercati dell’Asia centrale e l’accesso e la difesa dell’India. Dalla dissoluzione dell’Unione Sovietica sono nate 5 repubbliche: Turkmenistan, Uzbekistan, Kazakistan, Kirghizistan e Tajikistan, che corrispondono grosso modo al Turkestan occidentale, la Gran Turchia di Marco Polo. Qui oggi vivono una miriade di gruppi etnici: kazaki, kirghizi, tagiki, uzbeki e turkmeni, ognuno con caratteristiche proprie, ma con in comune lingue di ceppo turco e farsi, e qui vogliamo viaggiare, sulle tracce della Via della Seta.

Questo straordinario viaggio si svolge tra Uzbekistan e Tajikistan: un assaggio della grande architettura Uzbeka, tra cupole turchesi e caravanserragli, nei luoghi dove regnarono Alessandro Magno e Tamerlano, e subito dopo la catena del Tien Shan, le “montagne Celesti”, che separano le ex repubbliche sovietiche dalla Cina e dal deserto del Taklamakan. Un trekking tra laghi turchesi e verdi vallate, ospiti delle cordiali popolazioni tajiche, qualche spostamento in auto, qualche notte in confortevoli cottages, e qualche notte in un campo tendato che viene allestito sul momento solo per noi in luoghi magici. Il trekking ha dislivelli e difficoltà variabili, ogni giorno qualche ora di camminata, la più impegnativa parte e rientra al campo tendato, con la possibilità di raggiungere il lago Mutnoe, oppure di riposare e rilassarsi godendosi la bellezza dei panorami.

28 Giugno - Milano Malpensa - Samarcanda

Partenza del volo Turkish Airlines per Istanbul, e coincidenza con il volo Uzbekistan Airways. Arrivo a Samarcanda alle ore 19,45.

Trasferimento in hotel, la prima cena uzbeka, e notte in hotel per riposare dopo una lunga giornata.

 

29 Giugno - Samarcanda

Oggi giornata intera in città: quando nel I secolo a.C. la Via della Seta divenne la strada che collegava la Cina con il Mediterraneo, Samarcanda si trovò in posizione strategica non solo dal punto di vista commerciale, ma anche culturale. Distrutta dalle orde di Gengis Khan nel 1220, venne ricostruita sfarzosamente nel XIV secolo dal sovrano mongolo Tamerlano (Timur), che fece proprio di Samarcanda la capitale del suo vastissimo impero. Il complesso monumentale della piazza Registan (in tagiko “luogo sabbioso”) è uno dei luoghi più belli dell’Asia centrale, un trionfo di maioliche, ceramiche azzurre e spazi armoniosi. La piazza e gli edifici furono oggetto di un restauro accurato iniziato nel 1994. Visiteremo anche il gigantesco sestante, costruito nel 1420 da Ulug Beg, il nipote di Tamerlano, famoso astronomo che stabilì le coordinate di più di mille stelle. Il sestante venne quasi completamente distrutto non appena Ulug Beg morì, per mano degli imam che temevano che l’apertura mentale del sovrano potesse far evolvere la popolazione e allontanarla così dalla religione. Visiteremo la moschea Bibi Khanum, con il suo alto portale, e la necropoli di Shah-i-Zinda che si presenta con un’infilata di porte decorate di maioliche turchesi.  Cena in città e notte in hotel.

30 Giugno - Samarcanda - Pendjikent (996 mt)

Al mattino, partenza in direzione di Penjikent, conosciuta come la Pompei dell'Asia centrale; era un importante centro sulla Grande Via della Seta (il suo nome significa "città dei cinque villaggi") Passiamo la frontiera ed una breve visita al sito di di Sarazm, l’antica Pedjkent, e patrimonio dell'UNESCO, al piccolo museo archeologico ed al bazar locale. Nel pomeriggio continuiamo il nostro viaggio verso la valle di Shing per arrivare nella zona dei 7 laghi. Tutti i laghi si trovano lungo la strada e sono raggiungibili in auto, vedremo i primi cinque laghi, il sesto lo raggiungeremo in auto domani, per poi andare a piedi al settimo, il lago Hazorchashma. Questa sera dormiremo in una semplice struttura nel villaggio di Nofin.

Alloggio: Camere con bagni in comune.

01 Luglio - 7 Lakes - Artuch Alp Camp (2.200 mt)

Al mattino l’auto ci porterà al sesto lago, poi circa 2 ore di trekking per raggiungere il lago Hazorchashma. Da lì un trasferimento in auto fino al campo di Artuch Alp, dove saremo sistemati in cottage, per poi camminare fino al lago Chukurak (circa 30 minuti).

Alloggio: Artuch Alp Camp in cottage con 2/3 camere e bagno in comune.

 

 

Sosta pranzo lungo il percorso, qui lo street-food è praticato da sempre e qualche albero di albicocche selvatiche fornirà la frutta.

02 Luglio - 03 luglio - Kulikalon Lake (2.800 mt)

02 luglio: Oggi carichiamo i bagagli sugli asini, un breve briefing con la guida e si parte per un trekking di circa quattro ore attraverso paesaggi mozzafiato per raggiungere la riva del lago Kulikalon, dove troveremo allestito il nostro campo per la notte. Cena e notte in tenda.

Dislivello 600 m, 7 km di trekking, circa 4 ore.

Alloggio: tenda igloo.

03 luglio: Oggi ci sono due possibilità; un'escursione nei dintorni del Kulikalon, con un trekking ad anello tra i laghi Lesnoy, Kulisiyoh, Bibijanat e Dushokha, oppure rilassarsi, leggere ed ammirare il panorama. La sera barbecue, musica e chiacchiere intorno al fuoco, notte nelle tende preparate per noi.

Alloggio: tenda igloo.

 

 

04 Luglio - Kulikalon - Artuch - Iskanderkul

Lasciamo il campo tendato e scendiamo lentamente al campo di Artuch Alp (circa 3 ore) Qui troveremo ad aspettarci i nostri autisti per un trasferimento al lago Iskanderkul, da cui parte il trekking verso il lago Snake e la cascata detta “il Niagara dei Monti Fann”.

Sistemazione: Cottage (2195 mt): camere con bagno privato.

05 Luglio - 06 luglio - Alauddin Lakes

05 luglio: 

Al mattino presto trasferimento verso i laghi Alauddin. Sono poco più di 70 km in auto, ma potrebbero essere necessarie più di 4 ore. Arriveremo al campo di Vertical Alp intorno all’ora di pranzo, poi una passeggiata di 30 minuti per raggiungere il nostro campeggio con vista sulle vette Bod-khona (4500 m) e Chapdara (4420 m) e contornati di laghi dal colore turchese. Ceneremo con vista sulle alte vette.

 

Alloggio: tende igloo.

6 luglio: Oggi è possibile fare un'escursione breve e facile e vedere altri laghi oppure un'escursione più impegnativa al lago Mutnoe (circa 7 ore, 12 km, +730/-730 m di dislivello) e con magnifici panorami sui ghiacciai. 

Dislivello +750m/-750 - 12 km.

Alloggio: tende igloo (2.750 m).

07 Luglio - Khujand

Oggi lasciamo le montagne e si rientra nella “civiltà”: l’antica città di Khujand nel nord del Tagikistan è strategicamente sorta sul fiume Syr Darya nella valle di Fergana, e compare nei resoconti di Ciro il Grande e Alessandro Magno.

Lungo la strada che attraversa il passo Shahriston, visiteremo Istaravshan, anche lei fondata da Ciro il Grande nel VI secolo a.C. (recentemente ha celebrato il suo 2500° anniversario). Gli artigiani di Istaravshan sono molto apprezzati in tutta l'Asia centrale e la città è famosa in Tajikistan per i suoi fabbri, che fabbricano coltelli di gran qualità. Ci sarà la possibilità di visitare il mercato, le officine artigianali ed alcuni siti storici: il Kok Gumbaz e la Moschea Hazrat Shoh - prima di continuare il viaggio verso Khujand. Arriveremo in serata, check-in in albergo e cena.

 

08 Luglio - 09 luglio - Khujand - Tashkent - Milano

08 luglio: Khujand è la seconda città del Tajikistan, meno famosa delle sue “sorelle” uzbeke, non per questo manca di meravigliose moschee, con incredibili, coloratissime cupole che si stagliano nel cielo azzurro, e di ancor più colorati mercati e bazar (il Pahjshabe bazar è il più grande mercato del Tajikistan); siamo sempre lungo la Via della Seta, che aveva molte diramazioni. Volendo c’è la possibilità di visitare una fabbrica di produzione dei multicolori tessuti in seta tajika, fratelli delle sete cinesi del bacino del Taklamakan; infatti, la valle del Fergana è la più famosa zona di produzione della seta della regione. Pranzo lungo il percorso presso una famiglia locale, qui l’ospitalità è importante, ed ospitare degli stranieri è considerato un onore. Nel pomeriggio attraversiamo la frontiera per raggiungere Tashkent. Check-in in hotel e possibilità di assistere ad uno spettacolo/balletto presso il teatro dell’Opera di Tashkent.

09 luglio: Giornata a passeggio per Tashkent, che è una delle città più popolose dell’Asia Centrale ed una delle più antiche, anche se la maggior parte dei suoi edifici storici è stata distrutta da un terremoto nel 1966, per essere poi ricostruita in stile “Soviet”. Al mattino, visiteremo il complesso Khast Imom, nella sua libreria è conservato il Corano del Califfo Uthman, risalente al VII secolo, e potrebbe essere il più antico al mondo, nei pressi vi è il mausoleo di Abu Bakr Kaffal Shashi. Visiteremo alcune delle stazioni della famosa metropolitana di Tashkent, oppure faremo gli ultimi acquisti al Chorsu Bazaar, il grande mercato di Tashkent. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia. Volo in partenza alle ore 16,50.

Per chi ha scelto il volo con scalo “lungo” ad Istanbul, all’arrivo in aeroporto transfer a Sulthanamet, cena libera e notte in albergo. L’albergo è ubicato proprio ai piedi della città antica, colazione con vista sulla Moschea Blu, a passeggio per l’antica Istanbul: la Moschea Blu, Santa Sofia, il ponte e la torre genovese Galata, il Gran Bazar, la basilica della Cisterna: bisognerà scegliere dove soffermarsi, per un assaggio di storia a cavallo tra Oriente ed Occidente.

 

NOTIZIE UTILI

VIAGGIO CONFERMATO E PARTENTE

__________

Rientro il 9 luglio: volo Tashkent - Milano Malpensa con scalo breve a Istanbul.

Rientro il 10 luglio: volo Tashkent - Milano Malpensa il 9 con scalo di una notte a Istanbul, rientro in Italia il giorno successivo.

__________

Il programma potrebbe subire delle modifiche per cause naturali / meteorologiche o necessità logistiche. Il viaggio si svolgerà secondo le leggi e regole in vigore al momento della partenza.

__________

 

COSE DA PORTARE

Informazioni non ancora disponibili

SCHEDA TECNICA

Informazioni non ancora disponibili
  • Viaggio 12 giorni e 11 notti / 13 giorni e 12 notti
  • Minimo: 7 partecipanti
  • Costo: Quota individuale 2330.00 €
  • Costo aggiuntivo: Quota iscrizione 70.00 €
  • Costo aggiuntivo: Supplemento camera singola in hotel ed al campo tendato 400.00 €

La quota comprende

- Assicurazione medico bagaglio di base AXA con copertura COVID 19

- Tutti i trasferimenti in Tajikistan ed Uzbekistan

- Sistemazione in camera doppia

- Pensione completa dalla cena del primo giorno alla colazione del giorno di partenza

- Muli per il trasporto bagagli durante il trekking

- Attrezzatura per il campo: tenda, materassino, tenda cucina, tenda toeletta, etc

- Guida locale parlante inglese / francese

- Visita nelle città ove previsto con guida parlante inglese/italiano

- Spettacolo nel locale Teatro dell'Opera e del Balletto di Stato a Tashkent

- Cene in ristoranti locali

- Tassa ecologica in Tajikistan

- Assistenza e accompagnatore Ténéré Viaggi da 8 clienti 4 clienti

La quota non comprende

Costo calcolato con sistemazione in camera doppia

- Volo aereo Milano Malpensa/Samarcanda e Tashkent/Milano Malpensa € 1.005,00

- Quota iscrizione € 70,00

- Sosta ad Istanbul: transfer A/R aeroporto hotel + camera in BB € 145,00 per persona

- Supplemento camera singola in hotel ed al campo tendato € 400,00

- Assicurazione annullamento viaggio

- Foto e video a pagamento nei musei

- Extra peso durante il trekking

- Bevande ai pasti

- Mance guida e driver, facchinaggio, spese di carattere personale

- Tutto quanto non espressamente previsto ne “La quota comprende”