periodo: 11 - 13 febbraio 2022
durata: 3 giorni
trasporto: Auto propria
sistemazione: Hotel
guida: Ténéré Viaggi
11
Feb
partenza 11 Feb: Appuntamento a Riomaggiore
13
Feb
ritorno 13 Feb: Rientro da Riomaggiore

2022 CINQUE TERRE - trekking

Le 5 Terre sono una meravigliosa realtà tutta italiana: gli antichi borghi di Levanto, Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Rio Maggiore insieme sono parte del Parco delle 5 Terre, creato per valorizzare le fasce terrazzate sorrette da muretti a secco che si distendono sulle colline fino al mare, ed i sentieri che collegavano questi paesini ed i santuari che li proteggevano dall’alto. L’uomo ha iniziato a modificare questo territorio più di 1000 anni fa, per renderlo coltivabile; la rete di sentieri è di più di 120 km, in parte sul mare, il sentiero Azzurro”, e parte sull’Appennino. Noi ne percorreremo una piccola parte, per godere dei paesaggi e dell’atmosfera che animano questa parte di Liguria.

11 Febbraio - Riomaggiore

Appuntamento nel tardo pomeriggio a Riomaggiore, da qui faremo base per due giorni di camminate. Il parcheggio è all’inizio del paese, soggiorneremo in appartamenti B&B, no ascensore… quindi meglio valigia leggera e con ruote!

12 Febbraio - Riomaggiore - Montenero - Colle del Telegrafo - Colle della Croce - Riomaggiore

Oggi si parte da Riomaggiore per salire al santuario della Madonna di Montenero, che sorge a 340 mt slm e offre una vista a dir poco stupenda. Al suo interno, conserva la sacra immagine raffigurante l’Assunzione della Vergine che, secondo un’antica leggenda tramandata oralmente di generazione in generazione dagli abitanti di Riomaggiore, sarebbe stata qui portata al principio dell’alto Medioevo da profughi greci in fuga da una persecuzione iconoclasta. Sottoposto a varie opere di rifacimento, il Santuario prese la sua forma attuale verso il 1800. E’ raggiungibile solo a piedi. Poco più di 1 km, con una scalinata. Dal santuario un breve falsopiano, e poi ancora scalini per raggiungere il colle del Telegrafo.

Dal Telegrafo (513 mt slm), il sentiero sale tra i monti Verrugoli e Bramapane, dove si trovano i resti di una struttura militare, il Forte Bramapane. Lungo uno sterrato praticamente pianeggiante, con panorami mozzafiato, si giunge al valico La Croce (qui si trova il cippo in arenaria inciso con croci e coppelle che dà nome alla località). Lungo il sentiero 501 si scende a Riomaggiore, dapprima un selciato, poi terra battuta fino ad incontrare La via dei Santuari, dopo la Costa Campione si entra nel bosco, poi una scalinata tra vitigni e terrazzamenti per passare accanto al Castello e rientrare a Riomaggiore.  

Circa 4/5 ore di cammino - dislivello circa 700 mt.

13 Febbraio - Riomaggiore - Manarola - Corniglia - Riomaggiore

Lasciamo Riomaggiore al mattino in direzione Manarola, lungo l'antico collegamento, l'unico in uso fino alla costruzione della ferrovia e della Via dell'Amore. Il sentiero sale ripidamente dalla stazione dei treni di Riomaggiore nella valle del canale Rio Final, qui, camminando tra gli orti coltivati, si arriva a un piccolo ponte, da cui inizia la lunga scalinata che porta fino al crinale della Costa Corniolo, per poi scendere sulla sinistra verso Manarola, con le case-torre colorate che si riflettono sul mare.

Da Manarola si sale per entrare in un viottolo che costeggia fasce e terrazzamenti misti a macchia mediterranea. Poco dopo, inizia una lunga scalinata che passa attraverso vigneti ed uliveti, per arrivare ad una fontana, già all'interno dell'abitato di Volastra (l’antica denominazione latina di questo paesino è Vicolus Olivastre, villaggio degli uliveti) che si sviluppa in maniera circolare sulla vetta dell’altopiano di Manarola. E’ una tappa perfetta per rifocillarsi, riempire le borracce, gustare un tocco di fugassa acquistabile nel negozio alimentare locale, con una vista mozzafiato. In questo paese, dalla storia ancora più antica di Manarola, si può visitare il santuario Nostra Signora della Salute, costruito in pietra arenaria nel XII secolo.

Dal santuario Nostra Signora della Salute si inizia una piacevole passeggiata “quasi” in piano, (ma alcuni ripidi scalini non mancano mai...), con la vista più bella che si possa immaginare sulla costa delle Cinque Terre. Si attraversano terrazzamenti sostenuti da muretti a secco, dedicati alla coltivazione della vite. Lungo il percorso si snoda una monorotaia, utilizzata dagli agricoltori per trasportare il raccolto. Proseguendo ci si lasciano alle spalle i vigneti e ci si addentra in un bosco un po’ più fitto dai toni tipici della macchia mediterranea. Si attraversa (letteralmente, perché il sentiero passa dal giardino di una casa!) il piccolissimo centro abitato di Porciana e, dopo circa un’ora di marcia, si trova il bivio per Corniglia.

Ora iniziamo l’ultima tratta del percorso di oggi, la discesa per Corniglia: tra la vegetazione mediterranea appare ai nostri piedi il piccolo borgo, arroccato su un promontorio scosceso, a dominare il paesaggio, unico a non avere un porto. La discesa dura circa mezz’ora, ed il sentiero sbucherà nella parte alta di Corniglia, alle spalle della chiesa di San Pietro, del 1334 con la sua facciata in pietra grigia e il rosone in marmo di Carrara. La stazione è sul mare, quindi un’ultima scalinata prima di salire sul treno che ci riporta a Riomaggiore (il treno parte ogni ora ed in 6 minuti ci riporta alla stazione di Riomaggiore). Una merenda in compagnia prima di rientrare a casa.

Circa 4 ore di cammino.

Manarola, fondata poco dopo l’anno Mille dagli abitanti di Volastra, si sviluppa attorno al torrente Groppo, ora coperto. I primi documenti che citano Manarola risalgono al 1266, quando il paesino era sotto il dominio dei Fieschi. Pochi anni dopo fu conquistata da Genova che, sotto la guida di Oberto Doria, distrusse il castello insieme alla cinta muraria.

NOTIZIE UTILI

In caso di maltempo, la partenza verrà riprogrammata.

 

 

COSE DA PORTARE

Informazioni non ancora disponibili

SCHEDA TECNICA

Informazioni non ancora disponibili
  • Viaggio 3 giorni e 2 notti
  • Costo: Quota individuale 310.00 €
  • Costo aggiuntivo: Quota iscrizione 20.00 €

La quota comprende

- Accompagnatore Ténéré Viaggi

- Due pernottamenti a Riomaggiore in appartamento / camera (con bagno privato) 

- Colazione al bar

- Cene in ristorante locale (2 portate a scelta tra antipasto - primo - secondo + dolce)

- Spostamenti in treno come da programma

- Assicurazione medico-bagaglio

La quota non comprende

Costo calcolato con sistemazione in camera doppia

- Quota iscrizione € 20,00 / persona

- Parcheggio auto

- Supplemento camera singola su richiesta (possibile due camere separate con bagno in comune)

- Spese di carattere personale

- Bevande ai pasti

- Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”