periodo: 09 - 19 luglio 2021
durata: 11 giorni
trasporto: auto 4x4 self-drive
sistemazione: hotel, yurta, campo tendato
guida: Ténéré Viaggi e guida locale
09
Lug
partenza 09 Lug: Volo Milano - Bishkek (1 scalo)
19
Lug
ritorno 19 Lug: Volo Bishkek - Milano (1 scalo)

2021 KIRGYZSYSTAN - FLY&DRIVE

L’Asia Centrale, un territorio immenso, dove si alternano steppe infinite a zone verdi e fertili, dove montagne che toccano il cielo racchiudono pascoli d’alta quota e laghi turchesi, e dove la popolazione è ancora per la maggior parte nomade… Una regione che univa la Cina al Mediterraneo: attraverso questi Paesi transitavano le carovane che trasportavano merci di vario genere: LA VIA DELLA SETA. Una terra contesa nei millenni da diversi popoli, che l'hanno invasa e dominata: mongoli, turchi e cinesi da est, greci, persiani e arabi da ovest, ciascuno ha portato e lasciato qualche traccia. 

Questo straordinario viaggio, si svolge in Kirghizstan: i pastori nomadi kyrghizi, che migrano attraverso i pascoli estivi d’alta quota, con mandrie di yak, cavalli e capre, il campo base del picco Lenin,7134 mt di ghiaccio, il “lago che scompare” il turchese Kel suu, il caravanserraglio di Tash Rabat, misteriosa costruzione al confine con la Cina, tra le alte vette delle montagne celesti: il Tien Shan.. tutto questo è il Kirghizstan, una terra sconfinata di incommensurabile bellezza. Laghi montani, torrenti ghiacciati, foreste di conifere circondate da montagne che celano allo sguardo l’orizzonte ed un popolo straordinario fatto di gente semplice, nomadi, quelli veri, ospitali ed incredibilmente entusiasti alla vista dello straniero.

Sarete voi stessi alla guida del vostro Toyota, per assaporare pienamente le bellezze e gli straordinari panorami che questo viaggio vi offre!

09 Luglio - ITALIA – BISHKEK

Partenza, alla sera, del volo per Bishkek, via Mosca. Notte in volo.

10 Luglio - BISHKEK

Arrivo a Bishkek. Capitale e centro industriale del Kyrgystan, Bishkek è una città ricca di larghi viale ed edifici e monumenti con una certa eredità sovietica. La statua di Lenin si trova nella vasta piazza centrale, da cui si ammirano anche le cime permanentemente coperte di neve della catena dell’Alatau kyrgyzo, che torreggia sullo sfondo intorno a Bishkek. Giro-in-giro per la città per visitare il monumento a Manas, il più importante eroe della gente del Kyrgystan, la Piazza di Ala Too, con la cerimonia del Cambio della Guardia d’Onore, il monumento a Kurmanzhan Datka (la “regina del Sud”, statista donna che fu obbligata con la forza ad acconsentire all’annessione del Kyrgystan alla Russia), per finire in Piazza della Vittoria. Il colorito l’”Osh bazaar”, dove troviamo dolci, carne, formaggi, frutta, tutto ciò che di alimentare possiamo immaginare, gli shyrdak (i tipici tappeti coloratissimi di feltro) più abiti, elettrodomestici… insomma qualunque genere è in vendita! Cena libera e notte in hotel.

11 Luglio - BISHKEK – SON KOL LAKE

Al mattino lasciamo Bishkek per raggiungere il lago Son Kol.  Lungo il percorso una breve deviazione per visitare la torre Burana, un enorme minareto tronco in mattoni, che risale all’XI secolo, ciò che resta dell’antica città di Balasagun, importante snodo lungo la via della seta.  Accanto alla torre vi è una collezione di balbal (steli di pietra incise, simili a totem, simboli funerari delle popolazioni nomadi turco-altaiche). Continuiamo in direzione del lago, poco dopo Sary Bulak lasciamo l’asfalto lungo una bella pista che sale al Kalmak Ashuu Pass (3.446 mt), via d’accesso alle praterie che circondano il blu intenso del Song Kul. Il lago a 3.000 mt di altitudine, è circondato da cime innevate e le sponde del lago sono il perfetto pascolo estivo per le mandrie di cavalli.

Cena e notte in yurta.

12 Luglio - SON KOL - NARYN

Qualche ora a passeggio intorno al lago per incontrare i nomadi che vivono nelle yurte sparse lungo le sue sponde, e visitare il loro coloratissimo interno, dove ogni “lato” ha la sua funzione. Lasciamo il Son Kol in direzione sud, verso Naryn lungo una ripida e panoramica pista tra tornanti e cascate, questa sera  cena e notte in hotel.

13 Luglio - NARYN - KEL SUU

Lasciamo Naryn, qualche km di asfalto e poi uno sterrato tra magnifici paesaggi e 2 posti di controllo per raggiungere il campo di tende nelle vicinanze del lago Kel Suu.  Ad oltre 3500 mt di alteza, ed incastonato tra le momtagne del Tian Shan, in secca o colmo di acqua blu, è sempre uno spettacolo magnifico. Non sempre è possibile arrivare sulle sponde del lago con l’auto, se è troppo fangoso l’unica alternativa è una passeggiata di circa 1 ora a piedi, oppure  a cavallo.

Cena e notte in campo tendato/yurta.

14 Luglio - KEL SUU - TASH RABAT

Oggi raggiungiamo il  caravanserraglio di Tash Rabat situato a un'altitudine di 3200 mt non lontano dal Torugart pass. La sua origine è un mistero, si ipotizza che sia stato costruito nel 10 ° secolo, forse in origine era un monastero nestoriano, oppure un ricovero per le carovane commerciali, posto in una valle tra le alte colline ha un impatto visivo quasi magico, e ci fa immaginare antichi commercianti in arrivo dal Turkestan cinese..   

Cena e notte in yurta.

15 Luglio - TASH RABAT - KAZARMAN

Lasciamo il campo di yurte in direzione Kazarman, la pista scorre tra montagne colorate, valli verdissime dove pascolano tranquille greggi di capre e mandrie di lucidissimi cavalli, poche yurte sparse punteggiano il panorama, un vero spettacolo. Nel tardo pomeriggio raggiungiamo la cittadina di Kazarman, punto di sosta “obbligato” (non è possibile raggiungere Osh in giornata).

Qui un piccolo supermercato dove si trova frutta e gelati, una vera leccornia.

Notte in guesthouse con cena tipica kirghiza.

16 Luglio - KAZARMAN - OSH

Oggi rientriamo su strade asfaltate nella parte finale della giornata, e raggiungiamo Osh, che secondo le leggende è stata fondata dal re Salomone 3.000 anni fa. Al centro della città Sulayman-Too, ovvero il trono di Salomone, venerato da 3000 anni da molte religioni differenti, ospita non solo un museo storico, ma anche una casa del XV secolo costruita da Babur (discendente di Tamerlane e fondatore dell'Impero Mughal), una moschea con un cimitero ed è un meraviglioso punto panoramico per vedere la città dall’alto. 

Cena libera e notte in hotel.

17 Luglio - OSH – LENIN PEAK BASE CAMP

Lasciamo Osh, la nostra destinazione finale è il campo base del Picco Lenin (3.500 mt). La prima parte del percorso è asfaltata, attraversiamo due passi: Chyrchyk and Taldyk, poi dopo il villaggio di Sary Mogol attraversiamo un piccolo fiume e circa 50 km di divertente pista per arrivare al campo base. Tende gialle a due posti più un ampio tendone dove vengono servite cena e colazione, sullo sfondo un immenso cono di ghiaccio che domina il panorama… il picco Lenin a volte è immerso nelle nuvole, ma quando si svela è veramente uno spettacolo unico!

Cena e notte al campo base del Picco Lenin.

18 Luglio - LENIN PEAK BC - OSH - BISHKEK

Si parte presto, per raggiungere l’aeroporto di Osh in tempo utile per il volo di rientro a Bishkek. Cena libera e notte in hotel.

19 Luglio - BISHKEK - ITALIA

Ultimo giorno a Bishkek, una passeggiata per gli ultimi acquisti ed un saporito "plov", nel primo pomeriggio trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia, via Mosca.

NOTIZIE UTILI

Il campo tendato: è composto da grandi tende fisse con due confortevoli brandine dotate di sacco a pelo. Wc e lavandini in strutture separate comuni per tutte le tende, tenda ristorante.

Campo di yurte: sono le tipiche tende dei nomadi della steppa dell’Asia centrale, con la struttura in legno rivestita di feltro e il pavimento ricoperto di tappeti; alte e spaziose assomigliano a vere e proprie abitazioni, vi si sta comodamente in piedi e sono dotate di letti con materassi, lenzuola, coperte e una stufa centrale.  I servizi sono in comune.

Guesthouse: camerata condivisa  con servizi condivisi.

La sistemazione in singola è possibile solo nelle notti in hotel.

COSE DA PORTARE

Si consiglia di portare un pila da testa, sacco lenzuolo, sacco a pelo, asciugamano, sapone e carta igienica.

Abbigliamento adatto alle giornate in altitudine, sono possibile sporadiche nevicate.

Temperatura  estiva (anche 35°) a Osh e Bishkek.

SCHEDA TECNICA

Necessario il passaporto con validità di almeno 6 mesi dalla data di partenza. Il visto Kirghizistan si ottiene all’arrivo in aeroporto.

Nessuna vaccinazione necessaria.

  • Viaggio 11 giorni e 10 notti
  • Termine iscrizione: 31 Maggio 2021
  • Minimo: 6 partecipanti
  • Costo: Quota individuale a partire da minimo 6 partecipanti 1450.00 euro
  • Costo aggiuntivo: Quota iscrizione 60.00 euro

La quota comprende

- Assistenza Ténéré Viaggi per tutto il percorso

- Pernottamenti in hotel, campo di yurte, campo tendato, in guest house in camerata.

- Guida locale e permessi per la zona di frontiera in Kirghystan + per il Picco Lenin e per il lago Kel suu

- Volo interno Osh- Bishkek

- Trasferimenti da e per aeroporto in Kirghistan

- Assicurazione sanitaria personale

La quota non comprende

Costo calcolato con sistemazione in camera doppia

- Affitto auto 4x4 (Bishkek - Osh) € 1.300,00 

- Tutti i pranzi, cene a Bishkek e Osh

- Ingressi a musei e siti archeologici

- Volo aereo A/R Italia - Bishkek circa € 650,00 

- Supplemento singola in hotel e alcuni campi tendati € 150,00 

- Quota iscrizione € 60,00