periodo: 30 gennaio - 26 febbraio 2020
durata: 26 giorni
trasporto: Traghetto, 4x4
sistemazione: Hotel campo
guida: Ténéré Viaggi
30
Gen
partenza 30 Gen: Traghetto GNV Genova - Tangeri h 12,00
24
Feb
ritorno 24 Feb: Traghetto Grimaldi Tangeri - Savona h 15,00

2020 MAURITANIA 4x4

Quest’anno, una Mauritania sempre più bella: dopo aver raggiunto il forte di El Ghallaouya, ci dirigeremo verso Cap Sud, direzione Tichitt, Tidjkja e La Guelta di Matmata, per poi tornare a nord, fino al cippo di Fabrizio Meoni; per finire, Bounaga e Nouakchott.

30 gennaio - 1 febbraio - Genova - Tangeri - Marrakech

30 gennaio: Imbarco sul traghetto.

31 gennaio: Navigazione.

01 febbraio: Sbarco a Tangeri. Disbrigo delle formalità doganali e trasferimento a Marrakech. Notte in hotel.

02 febbraio - Marrakech - Tiznit

Colazione in hotel. Trasferimento a Tiznit. Cena libera, notte in hotel.

03 febbraio - Tiznit - Laayoune

Colazione in hotel. Trasferimento a Laayoune. Notte in hotel.

04 febbraio - Laayoune - Dakhla

Colazione in hotel. Oggi percorriamo circa 700 km ed entriamo nell’ex Sahara Spagnolo, il paese dei Sarawi; il paesaggio passa dalle scogliere alle dune di Laayoune, per arrivare nella profonda baia di Dakhla, paradiso dei kite. Cena libera e notte in hotel.

05 febbraio - Dakhla - frontiera Marocco/Mauritania - Ferrovia

Colazione in hotel. Lasciamo Dakhla al mattino presto, attraversiamo il Tropico del Cancro e raggiungiamo la frontiera tra Marocco e Mauritania (circa 400 km); sbrigate le pratiche di uscita dal Marocco, percorriamo 6 km di “terra di nessuno”. Subito dopo, il nostro amico Sidi ci aspetta per sbrigare le pratiche di ingresso. Cena e notte al campo, lungo la pista che costeggia la ferrovia.

06 febbraio - Ferrovia - Ben Amira

Colazione al campo. Proseguiamo lungo la pista che costeggia la famosa ferrovia: la lunghezza ufficiale è di 648 km, perennemente coperta di sabbia, a causa dell’Aliseo di nord-est che soffia costante per 12 mesi all’anno. Il treno che la percorre è conosciuto come il più lungo, il più pesante, ma il più lento del mondo, sono necessari 3 locomotori da 3300 cavalli per trainare oltre 200 vagoni a 40 km/h, carichi di 20.000 tonnellate di materiale ferroso. La meta della giornata di oggi è il nero monolite di Ben Amira ed Aisha, una spettacolare formazione rocciosa che si erge inaspettata nel deserto; con i suoi 633 m di altezza, è il più grande monolite dell’Africa, ed il secondo del mondo dopo Ayers’ Rock. Cena e notte al campo.

07 febbraio - Ben Amira - Atar - El Beyed

Colazione al campo. Lasciamo alle nostre spalle l’imponente mole di Ben Amira ed arriviamo a Choum, seguendo la pista della ferrovia, poi un centinaio di km scorrevoli per raggiungere Atar: rifornimento alimentari nel vivace mercato della cittadina, pieno di carburante e siamo pronti a partire in direzione di El Beyed. Una pista a tratti sassosa ed a tratti sablonneuse, che scorre a fianco delle dune di Maqteir, ci porta al pozzo di El Beyed, il cuore del fantastico Cirque de El Beyed, dove le dune si “arrampicano” sulle falaise rocciose. Cena e notte al campo.

08 febbraio - El Beyed - Ghallaouya

Colazione al campo. Cena e notte al campo.

09 febbraio - 11 febbraio - Ghallaouya - Tichitt

Colazione al campo.

Circa 500 km totalmente fuori pista, lontano dai percorsi più battuti, non tanto per una questione di difficoltà, quanto a causa dell’isolamento della zona rispetto alle aree di interesse commerciale e turistico. La prima parte del percorso è molto interessante, con cordoni di dune da superare: il passaggio di El Mrayer, “enivrant” (inebriante), secondo i francesi. È una immensità pianeggiante che ricorda il mitico Ténéré del Niger, in miniatura. La seconda parte è differente, con erba di cammello e colline di sabbia, ricca di passaggi da affrontare con molta attenzione.

Cena e notte al campo.

12 febbraio - Tichitt

Colazione al campo. Cena e notte al campo.

13 febbraio - Tichitt - Tidjkja

Colazione al campo. Cena e notte al campo.

14 febbraio - Tidjikja - Guelta di Matmata

Colazione al campo. Partenza in direzione Matmata.

Nella guelta di Matmata, alimentata da sorgenti sotterranee, vive una popolazione di coccodrilli nani, rimasta isolata da moltissimo tempo. Animali di piccole dimensioni (non superano, infatti, il metro di lunghezza), che si cibano di rane e piccoli pesci. Gli unici animali acquatici presenti in questo mondo di sabbia, dove l’acqua occupa uno spazio poco più grande di un acquario.

“Che il Deserto del Sahara, 5.000 anni fa, fosse coperto di savane popolate da animali selvatici, come le pianure del Serengeti, era noto da tempo, grazie alla scoperta di fossili e graffiti rupestri lasciati da antiche popolazioni di cacciatori. Ma che conservasse ancora in vita testimonianze di quel periodo lussureggiante, ricco di acque, è una novità assoluta”, spiega Francesco Petretti, biologo del WWF, sulla rivista Panda (archivio Adnkronos 24-07-2000).

Il nostro percorso ci avvicina al Cippo di Fabrizio Meoni, meta del giorno successivo. Cena e notte al campo.

15 febbraio - 16 febbraio - Cippo di Fabrizio Meoni

Colazione al campo. Cena e notte al campo.

17 febbraio - Cippo di Fabrizio Meoni - Bou Naga

Colazione al campo. Cena e notte al campo.

18 febbraio - 20 febbraio - Bou Naga - Nouakchott - frontiera Mauritania/Marocco

Colazione in hotel. Lasciamo Nouakchott di primo mattino per raggiungere la frontiera con il Marocco, sbrigate le formalità di frontiera risaliamo verso nord e raggiungiamo una mezzaluna di sabbia bianca, che sarà il nostro primo campo serale in Marocco. Nei giorni seguenti risaliamo verso Nord. Cena e notte al campo.

21 febbraio - Tiznit

Colazione al campo. Arrivo a Tiznit. Cena libera e notte in hotel.

22 febbraio - Tiznit - Marrakech

Colazione in hotel. Lasciamo Tiznit di prima mattina, direzione Marrakech, dove arriveremo nel tardo pomeriggio. Cena nella centrale piazza Djemaa el Fnaa, che si anima verso sera: è il quartiere più vivace della città, un immenso teatro all’aperto con spettacolo continuo. Numerose le bancarelle che offrono buonissime spremute di arancia o piatti tipici marocchini. Cena libera, notte in hotel.

23 febbraio - Marrakech - Casablanca

Colazione in hotel. Trasferimento a Casablanca. Cena libera, notte in hotel.

24 febbraio - 26 febbraio - Casablanca - Tangeri - Savona

24 febbraio: Colazione in hotel. Trasferimento a Tangeri. Imbarco e partenza del traghetto Grimaldi per Savona. Notte in traghetto.

25 febbraio: Navigazione.

26 febbraio: Sbarco a Savona.

NOTIZIE UTILI

E' necessario passaporto con minimo 6 mesi di validità residua dalla data di entrata nel Paese.

COSE DA PORTARE

Informazioni non ancora disponibili

SCHEDA TECNICA

Informazioni non ancora disponibili
  • Viaggio 24 giorni e 23 notti + traghetto
  • Minimo: 8 partecipanti
  • Per maggiori informazioni scrivi a info@tenereviaggi.com

La quota comprende

- Trattamento di mezza pensione in hotel in camera doppia

- Campi e campeggi come da programma

- Colazioni e cene al campo

- Uso del tendone dell'organizzazione per colazioni e cene

- Ingressi ai parchi

- Assistenza meccanica

- Assistenza Ténéré Viaggi

- Assicurazione medico-bagaglio di base

La quota non comprende

Costo calcolato con sistemazione in camera doppia

- Quota iscrizione e gestione pratica € 70,00

- Visto per la Mauritania € 120,00 (in frontiera)

- Assicurazione auto (circa € 95,00 per il Marocco e € 70,00 per la Mauritania)

- Traghetto A/R (prezzo al momento dell’emissione)

- Supplemento singola negli hotel (ove possibile) 

- Pranzi

- Bevande ai pasti negli hotel

- Mance e facchinaggio, spese di carattere personale

- Assicurazione annullamento viaggio

- Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”