periodo: 03 - 16 novembre 2019
durata: 14 giorni
trasporto: Aereo, auto
sistemazione: Hotel, campo
guida: Ténéré Viaggi
03
Nov
partenza 03 Nov: volo Milano Malpensa - Teheran
16
Nov
ritorno 16 Nov: volo Teheran - Milano Malpensa

2019 IRAN Dash-e-Lut, Kerman, Yazd, Isfahan e Kashan

Dash-e-lut è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel Luglio 2016, ed è il maggiore dei deserti iraniani: situato su un altopiano, corrisponde a un bacino interno,  e rappresenta una barriera naturale tra Iran e Afghanistan. E’  uno dei luoghi più aridi e più caldi del pianeta: il centro è stato scolpito dal vento in una serie di creste e avvallamenti paralleli, che si estendono per 150 km e raggiungono i 70 metri di altezza, a sud  c’è una vasta distesa di sabbia, simile all'erg del Sahara, dove si ergono dune alte fino a 300 metri, ed immense vallate ricoperte di ghiaia vulcanica, sale e gesso, poi la zona dei kalout, imponenti formazioni d’argilla indurite dal sale e modellate dal vento, veri e propri castelli di fango che si perdono all’orizzonte. Qui viaggeremo per 5 giorni fino a raggiungere la città carovaniera di Kerman, l’antica oasi di Yazd, città zoroastriana con le torri del vento e le torri del silenzio, e poi Isfahan: la magnifica architettura  e le perfette geometrie di Meydan Naqsh-e Jahan, la grande piazza, l’ imponente e colorata moscheaMasjed-e Jāméed il variopinto bazar.

03 novembre - 04 novembre - Italia - Teheran - Kerman

03 novembre: Volo da Milano MPX al mattino, con arrivo a IKA airport in serata. Cena e notte all’Ibis hotel, accanto al terminal d’arrivo.

04 novembre: Trasferimento dall’aeroporto IKA al nazionale Mehrabad, circa un’ora. Nella giornata volo per Kerman, all’arrivo vi attenderà l’autista con l’auto 4x4, se l’orario lo consente una breve vista della cittadina, poi circa 150 km per raggiungere la casa che ci ospiterà a Shafi Abad, un piccolo paese lungo il percorso. Cena tradizionale e pernottamento.

P.S Il trasferimento da Ika a Merhabad potrebbe essere anche la sera dell’arrivo, per poter partire con il primo volo del mattino.

 

05 novembre - Kerman - Nehbandan

Oggi attraversiamo lungo una strada veloce asfaltata un parte del deserto, per raggiungere il gruppo in arrivo dal Turkmenistan, per la prima notte al campo nel deserto di Dash-e-Lut.

06 novembre - 10 novembre - Dash-e-Lut

5 giorni giro-in-giro nel deserto di Dast-e-Lut, da poco divenuto Patrimonio Unesco, il più grande deserto iraniano, dove grandi dune si alternano ad immense  spianate  e dove roccia, sabbia, sale, acqua e vento hanno generato una molteplicità di paesaggi differenti. Particolarissimi i KALUT (peculiari formazioni di guglie di argilla, sabbia e sale modellate dai venti, che creano l’illusione di addentrarsi tra città fantasma).

 

11 novembre - Dash-e-Lut - Kerman

Lasciamo la zona dei kalut per raggiungere Kerman (1.750 mt), attraverso una catena di montagne che la separano dalla zona desertica. A Kerman possiamo visitare Il Ganjali Khan, sede nel  XVII secolo del governatore di Kerman sito nel centro storico della città. Il complesso è costituito da una madrasa, una piazza, un caravanserraglio, un hammam, oggi ristrutturato e trasformato in museo etnografico.  Il vecchio e animato bazar, è uno dei più antichi centri commerciali iraniani.  Cena e notte in hotel. (Kerman fu fondata agli inizi del III sec. d.C. , e nei secoli fu governata da arabi, buyidi, selgiuchidi, turkmeni, mongoli  e qagiari.)

12 novembre - Kerman - Yazd

Possibilità di rientrare con un volo interno a Teheran e tornare in Italia il 13.

Lasciamo Kerman per raggiungere Yazd che è un'oasi fra i deserti del Dasht-e Kavir e del Dasht-e Lut. La città recentemente riconosciuta patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è una delle città più antiche del mondo: caratterizzata dalle sue case color ocra, famosa per ospitare la comunità più numerosa di zoroastriani, l’antica religione precedente dell’Islam. Grazie alla sua posizione isolata, la città di Yazd si è mantenuta intatta nei secoli come esempio di architettura persiana e famose sono le “torri del silenzio” dove venivano esposti i morti per essere consumati dal sole e dal vento, e le “torri del Vento” o badgir, un antico sistema di condizionamento: esse captano il vento dall’esterno e lo canalizzano in modo da rinfrescare l’interno delle abitazioni. Famoso Bagh-e Dalat Abad, esempio tipico di giardino persiano con il “badgir” più alto della città. Cena e notte al campo in una splendida location, su richiesta notte in hotel.

 

13 novembre - Yazd - Isfahan

Ancora qualche ora per visitare Yazd, prima di partire in direzione Isfahan, ed in serata siamo a cena all’Abbassi hotel.

14 novembre - Isfahan

La storia di Isfahan inizia prima della sua conquista da parte degli eserciti mongoli e culmina sotto i Safavidi, quando divenne la capitale dell'impero. Una visita di Isfahan non può escludere il magnifico palazzo Chehel Sotun; le sue venti colonne di legno, che si riflettono sulla superficie della piscina, danno origine al suo nome: "The Palace of Forty Columns". Da qui, raggiungiamo a piedi la piazza Meidan-e Emam, la seconda piazza più grande del mondo, costruita da Shah Abbas II nel 17° secolo; qui si possono visitare diversi siti: il palazzo Ali-Qapu, con le sue incantevoli sale da musica e il balcone con vista sul Maidan, da dove i re Safavid guardavano i giochi di polo, e due delle più grandi moschee del mondo islamico: Sheik Lotfollah e l'Imam - con la sua magnifica architettura, dall'altro lato della piazza ci si può perdere nel Qeisarieh Bazaar con centinaia di negozi che espongono le arti e l'artigianato, per i quali Isfahan è famosa in tutto il mondo. Altro sito degno di nota è il quartiere armeno, con diverse chiese, tra cui l'importante cattedrale di Vank. Cena libera, notte all’Abbassi hotel.

15 novembre - 16 novembre - Isfahan - Kashan - Teheran / Teheran - Italia

15 novembre: Lungo il percorso sosta nell’antica città di Kashan  (a circa 2 ore da Teheran): le principali attrazioni di Kashan sono le affascinanti residenze d’epoca Qagiara: la splendida casa del mercante Borujerdi ,  il Giardino di Fin e l’Agha Bozorg Mosque. Proseguimento del viaggio, l’auto vi porterà fino all’hotel Ibis, proprio accanto al terminal dell’aeroporto, cena e un breve riposo,  nelle prime ore del mattino seguente parte il volo per Milano.

16 novembre: Voloo per l'Italia.

NOTIZIE UTILI

E’ proibita l’importazione di bevande alcoliche. Alle donne è richiesto di coprire il capo con un foulard e indossare una camicia ampia sopra i pantaloni.

 

 

COSE DA PORTARE

N.B. - È necessario passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di partenza, con due pagine libere, nessun timbro o visto di Israele.Visto consolare rilasciato all’arrivo: necessarie almeno 3 settimane per l’ottenimento, oppure in consolato a Milano.

SCHEDA TECNICA

Informazioni non ancora disponibili
  • Viaggio 14 giorni e 13 notti
  • Minimo: 3 partecipanti
  • Costo: Quota individuale 2650,00 €
  • Costo aggiuntivo: Quota iscrizione 50,00 €

La quota comprende

- Auto assistenza Ténéré Viaggi per tutto il percorso, da Nehbendan ad Isfahan

- Trasferimento da e per aeroporto

- Volo Teheran – Kerman

- Auto 4x4 ogni 3 passeggeri con autista locale

- Tende e materassini per le notti al campo.

- Guida locale per tutto il percorso

- Pensione completa per tutto il viaggio, eccetto i pranzi nei giorni extra- deserto

- Pranzi pic-nic durante il percorso nel deserto

- 7 notti in hotel, in camera doppia

- Assicurazione sanitaria personale

- Assistenza Ténéré Viaggi 

La quota non comprende

Costo calcolato con sistemazione in camera doppia

- Volo a/r Italia-Teheran circa € 450,00

- Supplemento singola negli hotel € 280,00

- Quota iscrizione e gestione pratica € 50,00

- Bevande ai pasti negli hotel

- Mance e facchinaggio

- Assicurazione annullamento viaggio

- Tutto quanto non previsto nella voce “La quota comprende”